Biografia di Jean Cocteau

Jean Cocteau
Nazione: Francia    
Jean Maurice Eugène Clément Cocteau nacque a Maisons-Laffitte il 5 luglio 1889 e morì a Milly-la-Forêt il giorno 11 ottobre 1963. Fu poeta, saggista, drammaturgo, sceneggiatore, scrittore, regista ed attore.
Fin da piccolo disegnò molto ma interruppe gli studi nel 1907 dopo aver tentato inutilmente di diplomarsi. Nel 1909 pubblicò il suo primo libro di poesie e fondò una rivista che però non ebbe una lunga durata. I suoi scritti però non passano inosservati. Addirittura Marcel Proust gli scrisse elogiando i suoi pezzi e dicendosene invidioso. In quegli anni soggiornò all'Hotel Biron insieme a Rainer Maria Rilke e Auguste Rodin.

Intraprese una vicenda sentimentale con Raymond Radiguet, che però morì 5 anni dopo lasciandolo nello sconforto e facendolo cadere preda della dipendenza da oppio. Durante il doppio periodo in clinica per disintossicarsi, scrisse I ragazzi terribili, considerato il suo maggior successo. Successivamente, collaborò con Isadora Duncan e Igor Stravinskij. Poco dopo la seconda guerra mondiale contribuì alla relizzazione del primo episodio del film "L'amore" di Roberto Rossellini, con Anna Magnani, basato sul suo monologo "La voix humaine" (adattato anche per una canzone cantata da Edith Piaf) e si dedicò quindi alla cinematografia: nel 1950 il film "Orfeo" vinse il premio della critica al festival di Venezia.
Fu commendatore della Legion d'onore francese e presidente onorario del Festival di Cannes. Morì di infarto poco dopo aver saputo della morte di Edith Piaf.


Frasi di Jean Cocteau

Abbiamo un totale di 2 frasi.
Le abbiamo suddivise in pagine da 50 frasi ciascuna.
Intanto te ne inseriamo una qui come stuzzichino.

Senza le calze di questa marca le vostre gambe non sarebbero altro che un mezzo di trasporto.


Leggi le frasi di Jean Cocteau